Esseri umani tra altri esseri...
di Roberto Rebecchi

Scarica il Report del Progetto Rugiada dell'anno 2020 (2,03 MB)

"Dio perdona sempre, noi perdoniamo alcune volte sì alcune volte no, la terra non perdona mai’ 1
L’anno 2020 è iniziato con quello che si può senz’altro definire un olocausto. In Australia oltre 3 miliardi di animali sono stati vittime degli immensi incedi che hanno coinvolto il Paese: gli esperti non sono in grado di stabilire il numero effettivo di animali uccisi dalle fiamme, ma dichiarano che molto probabilmente anche quelli sopravvissuti difficilmente riusciranno a conservarsi e a riprodursi in un ambiente divenuto ostile. Ma la natura ha saputo molte volte sorprenderci, basta lasciarla fare!
Paradossalmente, infatti, dopo il terribile fallout radioattivo conseguente all’esplosione alla Centrale nucleare di Chernobyl e l’abbandono dei territori circostanti in un raggio di 30 chilometri, ha permesso via via negli anni alla flora e alla fauna di re-impossessarsi della così detta “zona morta”.
Luoghi inospitali e pericolosi per gli alti livelli di contaminazione per l’uomo hanno visto proliferare una biodiversità inaspettata: volpi, orsi bruni, bisonti, lupi, linci, cavalli, pesci e oltre 200 specie di uccelli hanno fatto della “zona morta” il loro habitat e il loro rifugio.
Un “oasi naturalistica” dove da 34 anni l’essere umano non vive e dove l’adattamento animale e vegetale ha visto, in taluni casi, insorgere mutazioni e modifiche genetiche.
Sono due situazioni che, seppure per cause diverse, hanno visto l’uomo compromettere l’ambiente e incidere pesantemente sull’habitat per via di scelte e sfide incaute, mettendo così a rischio la sua stessa sopravvivenza, oltre a quella delle altre specie.
Ora anche la Pandemia ha contribuito a evidenziare la fragilità dell’essere umano e delle nostre comunità: non si può proseguire oltre nella distruzione di ecosistemi ormai divenuti sempre più fragili e solo per trarne sempre maggiore profitto, anziché tutelare, non solo per una questione utilitaristica ma anche etica e morale, ogni singola forma di vita presente e futura e l’unico pianeta nel quale viviamo che condividiamo.
Tendiamo, vuoi per un senso di impotenza vuoi per una sorta di autodifesa, a sfuggire dalle sofferenze che ci circondano e, più spesso per indifferenza, a rimuovere o a dimenticare le tragedie ormai lontane nel tempo, ma le cui conseguenze sono drammaticamente ancora attuali.
Il fallout radioattivo di Chernobyl e il conseguente irradiamento nucleare, oltre al rinascere della natura nella zona abbandonata e inospitale per l’uomo, è causa ancora oggi di patologie che colpiscono soprattutto le popolazioni residenti nelle zone più rurali della Bielorussia meridionale.
Esse sono lasciate sempre più sole, ancora di più in quest’anno terribile che, a causa della pandemia, non ha permesso i soggiorni all’estero di quelle magliaia di bambini e bambine che trascorrevano nei vari Paesi europei le loro vacanze terapeutiche.
Sono mancati altresì i viaggi delle tante delegazioni internazionali in Bielorussia e con loro gli aiuti materiali ed economici. A ciò si è aggiunta la situazione successiva alle delle elezioni presidenziali del 9 agosto che hanno confermato Alexander Luakscenko alla presidenza e animato le proteste della popolazione per l’esclusione dei candidati dell’opposizione e le evidenti irregolarità in fase di scrutinio.
A tutt’oggi proseguono le proteste della popolazione e con esse la dura repressione da parte delle forze di polizia e militare. Prosegue poi la pandemia anche in Bielorussia, come nel resto del mondo.
In questo quadro complesso e drammatico, riteniamo indispensabile continuare il nostro sostegno al progetto di accoglienza in loco, per garantire comunque un ristoro a chi vive in territori abbandonati e contaminati. Nell’agosto appena trascorso abbiamo sostenuto, nonostante le difficoltà riscontrate dai Circoli locali nel realizzare campagne di raccolta fondi, l’accoglienza di 46 bambini preso un centro di risanamento e con caparbietà e convinzione ci adopereremo per dare vita anche per la prossima estate al Progetto Rugiada. In questo progetto, la cura dell’ambiente naturale e quella dei bambini si fondono e si contemperano, portando non soltanto risanamento ma anche educazione al rispetto delle risorse e della Terra.
Solo se ci renderemo davvero consapevoli di essere solo una parte della natura in senso lato, non di essere noi i padroni della natura, potremo imboccare l’unica strada possibile per salvare tutti assieme il pianeta che ci è stato donato e stiamo solo custodendo per le future generazioni e per tutte le specie viventi.
“… ciò che sta in alto sta anche in basso e ciò che sta basso è come ciò che sta in alto. E che tutte le cose sono una cosa sola, che si può chiamare natura” 2 .
----
1 Papa Francesco in occasione della Giornata Mondiale della Terra
2 L’assemblea degli animali, Filelfo, Einaudi – Stile libero BIG, 2020

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy per il Sito Web (art. 13 D.lgs. 196/03)

Circolo Festambiente, titolare del sito solidarietalegambiente.it, non vuole in alcun modo contribuire al dilagante fenomeno dello spamming su Internet.
A tal fine La informiamo che i Suoi dati non verranno in nessun caso diffusi in rete o ceduti a terzi, fatti salvi eventuali obblighi di legge e necessità tecniche legate all’erogazione del servizio.
Il titolare del trattamento è il legale rappresentante di Circolo Festambiente. Il trattamento sarà realizzato con l’ausilio di strumenti informatici da parte del Titolare e degli operatori da questo incaricati.
Il trattamento è finalizzato all’erogazione dei servizi richiesti, all'elaborazione di statistiche sull’uso dei servizi stessi e all'invio di informazioni promozionali (ove questo sia stato specificamente autorizzato), sia in formato digitale che cartaceo.

In qualsiasi momento sarà possibile richiedere gratuitamente la verifica, la cancellazione, la modifica dei propri dati, o ricevere l’elenco degli incaricati del trattamento, scrivendo una mail a sito@festambiente.it.

Oltre a uniformarci a tutti gli obblighi previsti dal D.lgs. 196/2003, garantiamo inoltre la massima attenzione alla protezione dei dati da accessi fraudolenti ed alla cancellazione immediata dalle nostre liste a seguito di una Sua richiesta in tal senso.

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all’interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell’Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

  • Attività strettamente necessarie al funzionamento

Questo sito utilizza Cookie per salvare la sessione dell’utente e per svolgere altre attività strettamente necessarie al funzionamento dello stesso, ad esempio in relazione alla distribuzione del traffico.

  • Attività di salvataggio delle preferenze, ottimizzazione e statistica

Questo sito utilizza Cookie per salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Fra questi Cookie rientrano, ad esempio, quelli per impostare la lingua e la valuta o per la gestione di statistiche da parte del titolare del sito.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito raccolgono statistiche in forma aggregata e potrebbero non richiedere il consenso dell’Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l’ausilio di terzi.

  • Interazione con social network e piattaforme esterne

Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione.
Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network.
Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

  • Statistica

Come posso gestire i Cookie all’interno del mio browser?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l’Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all’interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all’installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome,Mozilla FirefoxApple Safari and Microsoft Windows Explorer.

Titolare del Trattamento dei Dati

Dal momento che l’installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all’interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Vista l’oggettiva complessità legata all’identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l’Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all’utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.