Reportage di Angelo Gentili
Coordinatore progetto Chernobyl Legambiente

L’incidente nucleare continua a mietere vittime innocenti della contaminazione radioattiva. Le popolazioni che vivono nelle aree contaminate sono sempre più abbandonate al loro destino. Diminuiscono gli aiuti umanitari ed anche i progetti di cooperazione. A Vileika il centro Speranza, autosufficiente energeticamente, offre assistenza e cure mediche ai bambini Reportage dalla Bielorussia di Angelo Gentili, Coordinatore progetto Chernobyl Legambiente
Minsk

Minsk ha tutte le caratteristiche di una capitale europea con grandi strade, traffico, centri commerciali, ristoranti, alberghi, grandi palazzi nuovi di zecca, monumenti con un’architettura moderna che svettano con grande risalto rispetto a centri culturali, teatri e strutture in stile staliniano. La via dell’indipendenza è la strada principale lunga 15 km che sfocia in piazza dell’indipendenza dominata dagli edifici del KGB.

La città, dove vivono due milioni di abitanti, è tirata a lucido, pulita, ordinata, con aree verdi curatissime e sfoggia modernità e ricchezza, con il costo della vita  molto caro rispetto agli stipendi medi di 300 euro. Ci sono molte persone che si muovono con la frenesia metropolitana, che caratterizza le grandi città occidentali. Eppure la Bielorussia è il paese che ha subito il 70% del fall out radioattivo dopo il gravissimo incidente di Chernobyl del 26 aprile del 1986 che è avvenuto in Ucraina e ancora oggi ne paga le catastrofiche conseguenze.

La nube radioattiva si è infatti spostata a causa del vento e ha colpito oltre alla Bielorussia, l’Ucraina e la Russia, arrivando fino a lambire numerosi stati europei.

È stato il più grave incidente di nucleare civile nella storia dell’umanità, con milioni di persone contaminate e conseguenze gravissime dal punto di vista sanitario, con la proliferazione di patologie tumorali, in primo luogo il tumore tiroideo che ha colpito in modo invasivo l’infanzia.

Ancora oggi milioni di persone vivono nelle zone contaminate e si nutrono di cibo fortemente radioattivo in Russia, Bielorussia e Ucraina con il conseguente abbassamento delle difese immunitarie, provocando un abbassamento drastico dell’età media.

La contaminazione ha interessato quasi tutta la Bielorussia a macchia di leopardo, con zone altamente radioattive anche nei pressi della capitale, ma la zona più colpita è la regione di Gomel, a sud del paese, più vicina al confine con l’Ucraina. La cruda realtà di questi territori cozza terribilmente con la realtà di Minsk, con aree rurali, case di legno, villaggi ad alto indice di povertà, dove le problematiche sociali, legate anche alla diffusione dell’alcolismo, si intrecciano  fortemente con la dinamica della forte presenza di radioattività, con un effetto esplosivo per chi abita in questi territori ad altissimo rischio.

I prodotti agricoli sono la maggiore fonte di contaminazione oggi, proprio perché il territorio è ancora gravemente contaminato soprattutto da cesio 137 e stronzio 90, presenti nei primi strati del terreno che si trasferiscono nella frutta, nella verdura, nei cereali e negli animali di allevamento, che costituiscono la base della dieta sempre più densa di radionuclidi.

Sono passati 33 anni ma purtroppo la radioattività non è svanita, ipotecando il territorio di quello che era considerato il granaio dell’ex Unione Sovietica, per centinaia di anni con tutti i gravi rischi sanitari che questo comporta.

I primi anni dopo la catastrofe di Chernobyl i riflettori di tutto il mondo erano puntati sulla Bielorussia, il più grande laboratorio a cielo a aperto sulle conseguenze della contaminazione radioattiva, via via che il tempo passa, l’attenzione diminuisce fortemente ed oggi le popolazioni che vivono nelle aree contaminate sono sempre più abbandonate al loro destino. Diminuiscono gli aiuti umanitari ed anche i progetti di cooperazione, insieme al minore interesse anche dal punto di vista scientifico.

Il popolo Bielorusso è molto ricco dal punto di vista culturale, artistico, scientifico, con un’attenzione significativa alla sfera dell’istruzione ed universitaria di buon livello.

Tutto sembra scorrere senza problemi e la vita di ciascuno non pare essere segnata dall’incidente nucleare, si tende a parlarne il meno possibile a dimenticare e cancellare i ricordi come se nulla fosse avvenuto anche minimizzando la situazione di alto rischio ancora presente nel Paese, che purtroppo però vede ipotecato drammaticamente il proprio futuro.

Legambiente continua ad aiutare concretamente le popolazioni vittime del disastro nucleare, ospitando i bambini e le bambine più sfortunate che vivono nelle aree più contaminate, attraverso soggiorni terapeutici in una struttura situata in zona non contaminata a Vileika, in Bielorussia. Il centro è all’avanguardia dal punto di vista ambientale, autosufficiente energeticamente e con coltivazioni biologiche, i bambini possono essere controllati dal punto di vista medico e attraverso una dieta senza radionuclidi, perdono una parte significativa (fino al 50 %) della radioattività presente nell’organismo: non a caso, il centro si chiama “Speranza”, per lanciare un raggio di sole, nel buio e nel ricordo tetro della catastrofe di Chernobyl.

Fonte: "La nuova ecologia"

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy per il Sito Web (art. 13 D.lgs. 196/03)

Circolo Festambiente, titolare del sito solidarietalegambiente.it, non vuole in alcun modo contribuire al dilagante fenomeno dello spamming su Internet.
A tal fine La informiamo che i Suoi dati non verranno in nessun caso diffusi in rete o ceduti a terzi, fatti salvi eventuali obblighi di legge e necessità tecniche legate all’erogazione del servizio.
Il titolare del trattamento è il legale rappresentante di Circolo Festambiente. Il trattamento sarà realizzato con l’ausilio di strumenti informatici da parte del Titolare e degli operatori da questo incaricati.
Il trattamento è finalizzato all’erogazione dei servizi richiesti, all'elaborazione di statistiche sull’uso dei servizi stessi e all'invio di informazioni promozionali (ove questo sia stato specificamente autorizzato), sia in formato digitale che cartaceo.

In qualsiasi momento sarà possibile richiedere gratuitamente la verifica, la cancellazione, la modifica dei propri dati, o ricevere l’elenco degli incaricati del trattamento, scrivendo una mail a sito@festambiente.it.

Oltre a uniformarci a tutti gli obblighi previsti dal D.lgs. 196/2003, garantiamo inoltre la massima attenzione alla protezione dei dati da accessi fraudolenti ed alla cancellazione immediata dalle nostre liste a seguito di una Sua richiesta in tal senso.

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all’interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell’Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

  • Attività strettamente necessarie al funzionamento

Questo sito utilizza Cookie per salvare la sessione dell’utente e per svolgere altre attività strettamente necessarie al funzionamento dello stesso, ad esempio in relazione alla distribuzione del traffico.

  • Attività di salvataggio delle preferenze, ottimizzazione e statistica

Questo sito utilizza Cookie per salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Fra questi Cookie rientrano, ad esempio, quelli per impostare la lingua e la valuta o per la gestione di statistiche da parte del titolare del sito.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito raccolgono statistiche in forma aggregata e potrebbero non richiedere il consenso dell’Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l’ausilio di terzi.

  • Interazione con social network e piattaforme esterne

Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione.
Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network.
Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

  • Statistica

Come posso gestire i Cookie all’interno del mio browser?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l’Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all’interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all’installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome,Mozilla FirefoxApple Safari and Microsoft Windows Explorer.

Titolare del Trattamento dei Dati

Dal momento che l’installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all’interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Vista l’oggettiva complessità legata all’identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l’Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all’utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.