Indice articoli

Dr. Massimo Tosti Balducci - Responsabile delle Attività Diagnostiche Ambulatoriali Unità Operativa di Medicina Nucleare dell'Azienda Sanitaria 9 di Grosseto

 Il Dr. Massimo Tosti Balducci è il responsabile delle Attività Diagnostiche Ambulatoriali Unità Operativa di Medicina Nucleare dell'Azienda Sanitaria 9 di Grosseto e collabora con Legambiente Solidarietà quale consulente scientifico per il Progetto Cernobyl. Insieme al Prof. Cesare Carani, responsabile Servizio di Endocrinologia dell'Azienda Ospedaliera Policlinico
di Modena, ha curato lo studio dei dati epidemiologici raccolti dall'attività dell'Ambulatorio Mobile.

Un Ambulatorio Mobile per la diagnosi delle patologie tiroidee
A seguito dell'esplosione del reattore della centrale nucleare di Chernobyl in Ucraina e dell'incendio che ne seguì, venne liberata nell'atmosfera una enorme quantità di radioattività rappresentata in larga parte da radioisotopi dello iodio. La nube radioattiva investì progressivamente la Bielorussia, la Russia e successivamente molti paesi dell' Europa occidentale, con una distribuzione erratica determinata dai venti e dalle precipitazioni atmosferiche dei giorni seguenti. La tiroide, che nei suoi meccanismi fisiologici usa lo iodio per formare gli ormoni tiroidei, è stata l'organo che ha accumulato maggiormente i radioisotopi dello iodio assunti con i cibi contaminati e ciò anche a causa dell'inadeguato apporto iodico alimentare; lo iodio radioattivo liberato, essendo del tutto simile nella costituzione chimica allo iodio stabile normalmente presente in natura, venne infatti avidamente captato dalle tiroidi delle popolazioni iodocarenti esposte al fall-out.
A seguito della dose di radioattività assorbita dalla tiroide (in maggior misura quelle dei bambini) si è verificata la comparsa di una serie di patologie a carico di questo organo, principalmente rappresentate da tumori maligni, trasformando una patologia a rarissima incidenza (0.04 casi/anno su 100.000 bambini prima del 1986) in una condizione patologica assai più frequente (0.45 casi anno su 100.000 bambini).
A tuttoggi il cancro della tiroide nei cosiddetti "bambini di Chernobyl" rappresenta la conseguenza più grave determinata dell'incidente del 1986.
Dopo una fase iniziale di grande fervore scientifico nei confronti di questo fenomeno che rimane senza precedenti su una scala così vasta, con il passare degli anni l'interesse della comunità internazionale è andato progressivamente riducendosi, rimanendo solo il sostegno assistenziale di sempre più esigue associazioni di volontariato con una riduzione della attenzione nei confronti di questo problema che pur tuttavia resta presente soprattutto in aree particolarmente disagiate della Bielorussia.
Da questa considerazione iniziale è nato il progetto e la successiva realizzazione dell' Ambulatorio Mobile per lo studio epidemiologico e la diagnosi delle malattie della tiroide nella provincia di Luninets, una fra le più colpite e tuttavia meno studiate della regione.
In un periodo compreso fra Maggio 2002 ed Ottobre 2005 l'ambulatorio, gestito da personale sanitario bielorusso formato da un medico endocrinologo, un'infermiera professionale ed un autista, ha permesso di eseguire oltre 14.000 fra valutazioni cliniche e ecografiche e più di 400 esami citologici mediante agoaspirazioni ecoguidate, operando direttamente sul territorio. Si riporta di seguito la tabella riepilogativa dei dati raccolti, suddivisa per classi di età dei pazienti sottoposti ad ecografia tiroidea: dai dati riportati in tabella si evince che oltre il 40% dei soggetti esaminati presenta una patologia tiroidea di varia gravità, dal gozzo diffuso semplice (20,58%), al gozzo nodulare (14,41%), alle tiroiditi autoimmuni (3,51%) alle neoplasie (0,82%). Ciò è in accordo con i dati già rilevati in precedenti studi effettuati in altre aree della Bielorussia con una elevata prevalenza di cancro della tiroide nel gruppo di persone che nel 1986 aveva un'età compresa fra 0 e 5 anni e che aveva ricevuto una maggiore quantità di radiazioni in rapporto alle dimensioni della ghiandola (circa 7 casi su 100.000). Com'è logico attendersi, con il progredire dell'età, il numero di carcinomi tiroidei rilevato nello studio è maggiore.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy per il Sito Web (art. 13 D.lgs. 196/03)

Circolo Festambiente, titolare del sito solidarietalegambiente.it, non vuole in alcun modo contribuire al dilagante fenomeno dello spamming su Internet.
A tal fine La informiamo che i Suoi dati non verranno in nessun caso diffusi in rete o ceduti a terzi, fatti salvi eventuali obblighi di legge e necessità tecniche legate all’erogazione del servizio.
Il titolare del trattamento è il legale rappresentante di Circolo Festambiente. Il trattamento sarà realizzato con l’ausilio di strumenti informatici da parte del Titolare e degli operatori da questo incaricati.
Il trattamento è finalizzato all’erogazione dei servizi richiesti, all'elaborazione di statistiche sull’uso dei servizi stessi e all'invio di informazioni promozionali (ove questo sia stato specificamente autorizzato), sia in formato digitale che cartaceo.

In qualsiasi momento sarà possibile richiedere gratuitamente la verifica, la cancellazione, la modifica dei propri dati, o ricevere l’elenco degli incaricati del trattamento, scrivendo una mail a sito@festambiente.it.

Oltre a uniformarci a tutti gli obblighi previsti dal D.lgs. 196/2003, garantiamo inoltre la massima attenzione alla protezione dei dati da accessi fraudolenti ed alla cancellazione immediata dalle nostre liste a seguito di una Sua richiesta in tal senso.

Informativa estesa sui Cookie

I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all’interno del browser che assistono il Titolare nell’erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle finalità di installazione dei Cookie potrebbero, inoltre, necessitare del consenso dell’Utente.

Cookie tecnici e di statistica aggregata

  • Attività strettamente necessarie al funzionamento

Questo sito utilizza Cookie per salvare la sessione dell’utente e per svolgere altre attività strettamente necessarie al funzionamento dello stesso, ad esempio in relazione alla distribuzione del traffico.

  • Attività di salvataggio delle preferenze, ottimizzazione e statistica

Questo sito utilizza Cookie per salvare le preferenze di navigazione ed ottimizzare la tua esperienza di navigazione. Fra questi Cookie rientrano, ad esempio, quelli per impostare la lingua e la valuta o per la gestione di statistiche da parte del titolare del sito.

Altre tipologie di Cookie o strumenti terzi che potrebbero farne utilizzo

Alcuni dei servizi elencati di seguito raccolgono statistiche in forma aggregata e potrebbero non richiedere il consenso dell’Utente o potrebbero essere gestiti direttamente dal titolare – a seconda di quanto descritto – senza l’ausilio di terzi.

  • Interazione con social network e piattaforme esterne

Questi servizi permettono di effettuare interazioni con i social network, o con altre piattaforme esterne, direttamente dalle pagine di questa Applicazione.
Le interazioni e le informazioni acquisite da questa Applicazione sono in ogni caso soggette alle impostazioni privacy dell’Utente relative ad ogni social network.
Nel caso in cui sia installato un servizio di interazione con i social network, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato.

Pulsante Mi Piace e widget sociali di Facebook (Facebook, Inc.)

Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante Tweet e widget sociali di Twitter (Twitter, Inc.)

Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

Pulsante +1 e widget sociali di Google+ (Google Inc.)

Il pulsante +1 e i widget sociali di Google+ sono servizi di interazione con il social network Google+, forniti da Google Inc.

Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo.

Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy

  • Statistica

Come posso gestire i Cookie all’interno del mio browser?

In aggiunta a quanto indicato in questo documento, l’Utente può gestire le preferenze relative ai Cookie direttamente all’interno del proprio browser ed impedire – ad esempio – che terze parti possano installarne. Tramite le preferenze del browser è inoltre possibile eliminare i Cookie installati in passato, incluso il Cookie in cui venga eventualmente salvato il consenso all’installazione di Cookie da parte di questo sito. È importante notare che disabilitando tutti i Cookie, il funzionamento di questo sito potrebbe essere compromesso. Puoi trovare informazioni su come gestire i Cookie nel tuo browser ai seguenti indirizzi: Google Chrome,Mozilla FirefoxApple Safari and Microsoft Windows Explorer.

Titolare del Trattamento dei Dati

Dal momento che l’installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all’interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.

Vista l’oggettiva complessità legata all’identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l’Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all’utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.